Otri Rigonfi Mtb Club


Vai ai contenuti

Il Montello

ITINERARI > Veneto

Il Montello



Mappa


Il Montello è una conformazione collinare isolata a pianta ellittica, posta a nord del comune di Treviso, la cui forma, vista dalla pianura circostante, ricorda vagamente quella di un enorme alligatore.
Una strada, detta Panoramica per la sua vista sul fiume Piave, ne contorna la base nord e si unisce ad una Pedemontana che ne completa il periplo a sud, una Dorsale la taglia da ovest ad est mentre altre 21 strade, chiamate Prese, quasi parallele fra di loro e poste ad una distanza di circa 1 km l'una dall'altra, in parte asfaltate e in parte sterrate, la attraversano da nord a sud, incrociando a metà del loro percorso la Dorsale.
Per i ciclisti della provincia di Treviso e Venezia è diventata una specie di palestra dove poter liberamente scorrazzare con la mtb senza problemi di traffico.

L'itinerario che vi proponiamo inizia dal paese di Volpago del Montello da dove imbocchiamo verso nord la Via S. Carlo asfaltata che ci porta in breve, dopo aver lasciato sulla destra l'ex convento dei Nonantolani del XV secolo, alla base del Montello.
Subito dopo aver tagliato la Pedemontana e attraversato il ponticello sul Canale del Bosco, abbandoniamo la strada principale che picchia in salita per imboccare una secondaria, sempre asfaltata, che si stacca sulla destra.
E' questa la Presa n.l0, via Cesare Battisti, che dopo poco diviene sterrata ed inizia a salire assai ripidamente immergendosi nel bosco.
La quiete più assoluta circonda il nostro avanzare e non ci sarà difficile scorgere, specialmente in inverno quando gli alberi sono spogli, qualche poiana svolazzare fra i rami, mano a mano che avanziamo la pendenza cala e, dopo alcuni tratti in saliscendi, sbuchiamo sulla Dorsale asfaltata che imbocchiamo girando a sinistra.
La seguiamo per circa 700 m e quindi la abbandoniamo per prendere a destra la presa n. l1, via Sernaglia, sterrata. Procediamo quindi in veloce discesa su di un buon fondo in terra battuta, sempre in mezzo al bosco, lasciando prima sulla destra il ristorante Casa Marseille e poi sulla sinistra l'azienda agrituristica Busa dea Messa.
Al km 7,7 tagliamo, proseguendo dritto su sterrato, una strada asfaltata e raggiungiamo quindi la panoramica che, come detto prima, costeggia la base nord della collina.
La imbocchiamo girando a sinistra e continuiamo su fondo asfaltato, lasciando sulla sinistra il Cippo degli Arditi, fino al km 9.5 dove giriamo a sinistra imboccando la Presa n.13, via del Fante, asfaltata.
Procediamo all'inizio in ripida salita su asfalto e, dopo il km 10.8, su sterrato, con pendenza meno accentuata.
Al km 12.7 ad un bivio, teniamo la sinistra e poco dopo raggiungiamo nuovamente la Dorsale che imbocchiamo girando a destra.
Al km 14.3, dopo un tratto in saliscendi, arriviamo nel paesetto di Santa Maria della Vittoria, quota massima della nostra escursione e anche dell'intero Montello, dove ci attende la fresca acqua di una fontanella assai frequentata dai ciclisti. Continuando quindi ancora dritto, ora in veloce discesa, al km 14.8 abbandoniamo la Dorsale e giriamo a destra imboccando la Presa n.l5 sterrata, che seguiamo in discesa fino al km 15.9 dove sbuca su di una strada più importante asfaltata che prendiamo girando a sinistra.
Dopo un breve tratto, una corta deviazione sterrata sulla sinistra ci permette di raggiungere, segnalata da un cartello turistico, la Colonna Romana, Osservatorio del Re ai tempi della Prima Guerra Mondiale, che qui vide uno dei suoi più aspri teatri di battaglie.
Rientrati quindi sulla strada principale la abbandoniamo subito dopo per imboccare a destra la via General Vaccari che scende dapprima sterrata e dal km 17.3 asfaltata.
Il panorama che possiamo ammirare verso nord comprende il monte Tomba a sinistra, e la catena che collega il monte Cesen al Col Visentin ergersi imponente sullo sfondo delle dolci colline tra Valdobbiadene e Vittorio Veneto, assai rinomate per lo squisito Prosecco.
Arrivati alla base della discesa, in prossimità di una trattoria, lasciamo l'asfalto per imboccare una strada sterrata che si stacca sulla sinistra costeggiando a nord la base del Montello.
Proseguiamo sempre dritto in piano, sotto il bosco, attraversando al km 19.2 la Presa n.17 e al km 19.8 la Presa n.18, entrambe asfaltate, identificata quest'ultima da una fontanella purtroppo secca, ignorando le varie strade che si staccano sulla sinistra, al km 20.7 sbuchiamo sulla Presa n.19, asfaltata, che imbocchiamo girando a sinistra e procediamo quindi in ripida salita passando di fianco ad un capitello.
Dopo aver incontrato un tratto di circa 1 km sterrato, arriviamo, al km 23, nuovamente sulla Dorsale che imbocchiamo girando a sinistra.
Avanziamo in leggera salita alternata a qualche saliscendi fino al km 26 dove giriamo a destra imboccando la Presa n.15 sterrata.
Con una veloce e divertente discesa sotto al bosco, fiancheggiando un capitello dalla forma assai inconsueta, ci portiamo, al km 29.9, sulla strada Pedemontana che costeggia la base sud del Monte11o.
La prendiamo a sinistra e, procedendo in piano su asfalto, costeggiando il Canale del Bosco, arriviamo sulla strada percorsa alla partenza nei pressi dell'imbocco della Presa n.l0. Giriamo a destra ed in breve ci ritroviamo nuovamente a Volpago del Montello.

Tratto da " Bici da Montagna" autore del testo Carlo Turchetto


Informazioni logistiche

Luogo di partenza: Volpago del Montello (TV)

Lunghezza: Km. 32

Dislivello: mt. 680

Quota massima: mt. 371

Tempo di percorrenza: h. 3.00

Grado di difficoltà: facile

Cartografia: LAC - Firenze 1:100.000 Provincia di Treviso


Torna ai contenuti | Torna al menu