Otri Rigonfi Mtb Club


Vai ai contenuti

Crete Senesi

ITINERARI > Toscana

LE CRETE SENESI


Mappa


L'itinerario ha inizio nel punto in cui la Statale n° 468 attraversa l'Ombrone utilizzando il ponte del Garbo, qui si seguono le indicazioni stradali per Monte Sante Marie inoltrandosi subito tra le faticose gibbosità delle Crete Senesi.

La stradella sterrata che si percorre, infatti, è un continuo susseguirsi di ripidi strappi in salita e di divertenti ma brevi discese.
Superate le prime asperità, si oltrepassa un ponte sulla ferrovia per poi risalire fino alle poche case di Monte Sante Marie, da qui si prosegue trascurando tutte le carrarecce laterali minori fino ad incontrare la strada asfaltata nei pressi di Torre a Castello.
Imboccata, a sinistra, la si segue per circa 1,5 Km. fino a che non si incrocia un'altra strada asfaltata sulla sinistra (divieto di accesso alle auto) che conduce fino al bivio per la stazione di Castelnuovo Berardenga verso la quale ci dirigiamo.
Raggiunta la prima casa di Castelnuovo Berardenga Scalo incontriamo una chiesetta, qui bisogna porre molta attenzione, a fianco di questa, parte una stradina poco visibile che dopo 100 mt. incontra la ferrovia, attraversati i binari, si imbocca una evidente mulattiera che dopo 20 mt. si biforca, teniamo la destra, costeggiamo un fossato per circa 100 mt., quindi pieghiamo a sinistra superiamo il fossato stesso e attraversiamo sulla trattorabile i campi innanzi a noi.
Superato un'altro fosso (Borro Biena) la trattorabile diventa più evidente e inizia a salire, quando questa si biforca teniamo la destra e poco dopo raggiungiamo una sconnessa trattorabile che seguiremo sino a Mucigliani.
Attraversato il centro agricolo si scende, su strada sterrata in buone condizioni, fino alla Statale n° 438, prendiamo ora a sinistra, dopo 800 mt. un cartello invita a piegare a destra sulla carrareccia che rapidamente conduce a San Martino in Grania.
Lungo la carrareccia che stiamo percorrendo, possiamo ammirare numerosi panorami, ai quali la città di Siena fa da sfondo, vanno invece trascurate le numerose stradine laterali minori.
Oltrepassato San Martino in Grania continuiamo in discesa fino ad incontrare l'asfalto poco prima di Monteroni d'Arbia.
Giunti all'incrocio per Asciano (S.S n° 438) si lascia l'asfalto per imboccare una larga pista sterrata, questa si sviluppa interamente nella valle creata dal torrente Arbia e presenta un andamento pressoché pianeggiante fino a Caggiolo, qui si incrocia un'altra carrareccia che imboccata a sinistra ci porta rapidamente ad un incrocio.
Imbocchiamo a sinistra la strada a fondo naturale per Montauto che inizia subito a salire, questa prima di invertire la sua pendenza tocca Montauto e poi prosegue scendendo verso il fiume Ombrone, la discesa termina nel momento in cui si attraversa un grande pioppeto piantato lungo le sponde del fiume stesso.
Da qui, in breve, si raggiunge la strada asfaltata che, presa a destra, riconduce ad Asciano, località di partenza.


Informazioni logistiche

Luogo di partenza: Asciano

Lunghezza: Km. 52

Dislivello: mt. 480

Quota massima: mt. 341

Tempo di percorrenza: h. 6.30

Grado di difficoltà: Medio

Cartografia: Kompass 1:50.000 n°661 Siena-Chianti


Torna ai contenuti | Torna al menu